sopra e sotto valutati

16 luglio 2014

Cineforum.it ha chiesto ai suoi collaboratori un breve elenco di cinque film (a seconda delle opinioni e dei gusti di ognuno, ovviamente) sopravvalutati e di cinque sottovalutati. Dato per scontato che cinque titoli sono troppo pochi sia per i film sopravvalutati sia per quelli sottovalutati, questo è un brevissimo elenco, non esaustivo, di opere che per lo più ho detestato, ma sono state osannate dalla critica e, in alcuni casi, sostenute dal pubblico, e di altre pellicole da me molto amate ma quasi totalmente dimenticate dagli spettatori e spesso mal comprese da critici e appassionati.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Questo testo è uscito su Cineforum.it.

La jalousie di Philippe Garrel con Louis Garrel, Anna Mouglalis, Olga Milshtein, Esther Garrel, Rebecca Convenant

Tutte le volte che ho cercato di comunicare con qualcuno,
l’amore è andato via.
La notte
, Michelangelo Antonioni

la jalousie 1“E come sa ogni romantico che si rispetti, l’anima (spiritus, ruah, pneuma) non è altro, in sostanza, che aria; dunque è del tutto naturale che le perturbazioni dell’atmosfera si raccolgano in coloro che la respirano. E così, al di sopra e al di là delle componenti pubbliche – giorni festivi, attrazioni turistiche – vi sono meandri privati legati al clima, come se questo breve incantesimo fosse uno stretto nella fuga dell’anno; tempo instabile, amori inconcludenti, impegni imprevisti: mesi che si possono facilmente trascorrere in fuga, perché più tardi in questa città i venti, le piogge, le passioni di febbraio e quelle di marzo, stranamente non si ricordano più; come se non fossero mai esistite” (Entropia, Thomas Pynchon).

Leggi il seguito di questo post »