only god forgives

20 giugno 2013

Only God Forgives (Solo Dio perdona) di Nicolas Winding Refn con Ryan Gosling, Kristin Scott Thomas, Vithaya Pansringarm, Yayaying (Rhatha Phongam), Tom Burke, Byron Gibson, Gordon Brown, Sahajak Boonthanakit, Charlie Ruedpokanon, Oak Keerati

The rest is silence

only-god-forgives-1“Vado a incontrare il diavolo” dice Billy al fratello Julian – col quale gestisce una palestra di thai boxe a Bangkok, copertura per il traffico di droga – prima di stuprare e uccidere una prostituta di sedici anni. L’ordine così ferocemente violato verrà ristabilito solo attraverso il sangue. Only God Forgives mette in scena una catabasi, una discesa agli inferi, e la cruenta e liberatoria risalita di due personaggi contrapposti e complementari: Chang, una specie di angelo della vendetta, deciso a punire tutti coloro abbiano preso parte alla barbarie, con castighi che tengano conto del peccato o della colpa di cui si siano macchiate le sue vittime, e Julian, sorta di laconico Amleto, bloccato dalla sua ignavia e castrato dalla madre.

Leggi il seguito di questo post »

The Great Gatsby (Il grande Gatsby) di Baz Luhrmann con Leonardo DiCaprio, Tobey Maguire, Carey Mulligan, Joel Edgerton, Elizabeth Debizcki, Isla Fisher, Jason Clarke, Amitabh Bachchan  

Side Effects (Effetti collaterali) di Steven Soderbergh con Jude Law, Rooney Mara, Catherine Zeta-Jones, Channing Tatum, Vinessa Shaw

Spring Breakers di Harmony Korine con Vanessa Hudgens, Selena Gomez, James Franco, Ashley Benson, Rachel Korine

The Bling Ring di Sofia Coppola con Emma Watson, Katie Chang, Israel Broussard, Claire Julien, Taissa Farmiga, Georgia Rock, Leslie Mann

the-great-gatsby-1Dopo aver visto qualche giorno fa The Great Gatsby, nella versione in 3D di Baz Luhrmann, i pensieri si sono rincorsi, collegando, anche in maniera un po’ azzardata, la pellicola tratta dal capolavoro di Francis Scott Fitzgerald a una serie di film che sembrano forse aver poco a che fare tra loro: Side Effects di Steven Soderbergh, Spring Breakers di Harmony Korine e The Bling Ring di Sofia Coppola. Eppure solo dalla disgregazione narrata (e mostrata) in The Great Gatsby possono prender vita le altre tre opere. “Aveva fatto molta strada per giungere a questo prato azzurro e il suo sogno doveva essergli sembrato così vicino da non poter sfuggire più. Non sapeva che il sogno era già alle sue spalle, in quella vasta oscurità dietro la città, dove i campi oscuri della repubblica si stendevano nella notte”.

 

Leggi il seguito di questo post »